Sezione Servizi Erogati

Secondo le disposizioni del D.Lgs. n. 33/2013 la Cooperativa ha l’obbligo di rendere pubblico una serie di dati che fanno riferimento ai servizi Socio-Sanitari accredidati.

Nel nostro caso i servizi di cui sopra sono precisamente il Centro Diurno Disabili e la Comunità Alloggio Socio Sanitaria.

Costi Contabilizzati

Ogni singolo servizio contabilizza i costi, coerentemente con i dati di Bilancio, secondo uno schema definito tutti gli anni da Regione Lombardia. I costi sono contabilizzati al netto dell’IVA.

Cliccando sul servizio scelto è possibile visualizzare e scaricare i dati.

Centro Diurno “Spazio Aperto”

Comunità Alloggio Socio Sanitaria “Don Paolo Bazzotti”

Carta dei Servizi

Per completezza di informazioni, la carta dei servizi scaricabile da questa sezione, comprende tutti i servizi gestiti dalla Cooperativa, anche quelli non Socio-Sanitari accreditati. Sfogliando il documento si potrà conusultare efficacemente i capitoli riferiti, in modo distino, della Comunità Alloggio Socio Sanitaria e del Centro Diurno Disabili.

Scarica la Carta dei Servizi

Lista d’attesa

Criteri per la gestione della lista d’attesa

Effettuato un primo colloquio conoscitivo, se la Responsabile dell’Area Disabilità ritiene che uno dei servizi della cooperativa possa essere idoneo a rispondere ai bisogni della persona con disabilità, la famiglia o il suo rappresentante legale potrà effettuare la domanda d’inserimento in lista d’attesa utilizzando l’apposita modulistica.

Come previsto dai contratti in essere con l’ambito territoriale di Mantova, la valutazione psicoeducativa della persona con disabilità compete alla cooperativa La Quercia che, in quanto Ente gestore, avvalendosi di un’équipe tecnica interna composta dal Responsabile dell’Area Disabilità, dai coordinatori dei servizi e dai consulenti della Cooperativa valuta l’assegnazione al servizio più idoneo tra quelli della propria filiera.

Una volta effettuata la valutazione tecnica da parte dell’équipe specialistica, verranno comunicati alla famiglia o al rappresentante legale dell’utente l’esito e l’eventuale inserimento nella lista d’attesa del servizio individuato.

Contestualmente verrà comunicata al Comune di residenza la disponibilità all’ammissione corredata dalla valutazione tecnica.

In relazione ai dati trattati, la cooperativa attua le misure di protezione previste dal Regolamento Generale Protezione Dati (RGPD) 2016/679 che periodicamente revisiona e aggiorna.

La lista d’attesa viene gestita prevedendo delle priorità d’accesso basate sull’intersezione di più variabili. Al fine di garantire massime oggettività e trasparenza, viene attribuito un punteggio relativamente a ognuno dei seguenti criteri.

1° criterio: compatibilità (1 = minor compatibilità fino a 5 = massima compatibilità)

Viene stabilita in base alla valutazione da parte dell’équipe interna dei bisogni e delle caratteristiche del candidato in rapporto al gruppo di utenti in cui dovrebbe essere inserito, tenendo conto di una scala di valutazione del carico assistenziale e degli eventuali comportamenti problema, anche in riferimento ad emergenze di carattere sanitario (ad esempio: pandemia da Convid – 19).

2° criterio: il passaggio interno (1 = utente esterno; 5 = utente interno)

Viene privilegiato il passaggio interno degli utenti già in carico ai servizi della cooperativa in quanto l’incremento delle autonomie legate ai percorsi educativi/riabilitativi piuttosto che l’avanzare dell’età e/o l’aggravarsi delle patologie possono richiedere il trasferimento ad altri servizi.

3° criterio: la residenza (1 = non residente; 2 = residente)

Viene tendenzialmente data la precedenza alle persone con disabilità residenti nel Comune di Roverbella.

4° criterio: la presa in carico da parte di un servizio (1 = utente con presa in carico; 3 = utente in carico a progetti ad personam o domiciliari; 5 = utente senza presa in carico)

5° criterio: tempi d’accesso dell’utente nel momento in cui si dovesse liberare un posto

(1 = utente non ancora pronto ad accedere; 5 = utente pronto ad accedere).

6° criterio:  cronologico (data della domanda)

Valutati i criteri precedenti, viene data priorità all’anzianità della domanda d’ammissione, fermo restando che la persona con disabilità abbia raggiunto l’età per accedere al servizio.

In ogni caso, visti tutti i criteri e dandone oggettiva motivazione, la decisione finale circa l’ingresso dell’utente nei servizi della cooperativa La Quercia compete all’équipe specialistica interna alla cooperativa.

Data la tipologia dei servizi e in considerazione dei criteri utilizzati nella composizione della lista d’attesa, è difficile prevedere i tempi medi d’attesa per l’accesso ai servizi.

Inoltre, la lista d’attesa potrebbe subire delle variazioni conseguenti all’applicazione stessa dei criteri sopra citati.

Nel caso in cui la famiglia valutasse l’inserimento in un servizio appartenente a un altro Ente gestore è tenuta a comunicarlo tempestivamente alla segreteria della cooperativa inviando una e-mail a segreteria@cooplaquercia.it per togliere il nominativo dalla lista d’attesa. Anche in caso di mancata comunicazione l’ingresso in un altro servizio fa decadere automaticamente il nominativo dalla lista d’attesa come da indicazioni di ATS Valpadana.

Per quel che riguarda l’ammissione di persone con disabilità residenti in Comuni extra Provincia o extra Regione, viene data la precedenza ai cittadini lombardi residenti in provincia di Mantova. In seguito, la Cooperativa si riserva di valutare i singoli casi nell’ambito dei propri organi direttivi e l’eventuale accoglienza sarà successivamente subordinata all’assunzione dell’impegno di spesa.

Lista d’attesa servizi socio sanitari La Quercia al 20.04.21

 

 

Come puoi sostenerci